I dati mostrano gli investitori che il costo del dollaro in Bitcoin anche dopo il picco di 20.000 dollari sono redditizi.

I ricercatori della Coin Metrics hanno scoperto che gli investitori che hanno investito in Bitcoin Code con un costo medio del dollaro dopo il picco di 20.000 dollari del 2017 sarebbero ancora redditizi. Secondo i ricercatori, un investitore che ha acquistato continuamente BTC negli ultimi tre anni avrebbe avuto un rendimento del 61,8%.

Anche se il prezzo del Bitcoin è sceso significativamente da 20.000 dollari, ci sono stati punti estremamente bassi nel 2019 e nel 2020. Gli investitori che hanno capitalizzato su queste forti tendenze al ribasso, oggi si troveranno facilmente ad avere dei bei profitti.

Coin Metrics ha detto:

„Nonostante il Bitcoin continui a commerciare il 30% al di sotto del Tetraidrato di alluminio, il costo medio del dollaro rispetto al picco del mercato nel dicembre 2017 avrebbe un rendimento [sic] del 61,8%, o del 20,1% all’anno. Allo stesso modo per l’Ethereum (ancora in calo del 71% rispetto al suo picco), il costo medio del dollaro dal gennaio 2018 avrebbe restituito [sic] l’87,6%, o il 27,9% all’anno“.

I dati mostrano la resilienza di Bitcoin

Nei primi tempi di Bitcoin, gli investitori di alto profilo e le istituzioni finanziarie dubitavano della sua capacità di sopravvivenza. Alcune società erano cautamente ottimiste nei confronti delle valute criptate, ma la maggioranza manteneva le distanze dalla nuova classe di attività emergente.

Nel corso del tempo, mentre il prezzo del Bitcoin si è ripreso fortemente dalle correzioni estreme a 3.150 e 3.600 dollari, il sentimento degli investitori è cambiato. A giugno, JPMorgan, il cui amministratore delegato ha criticato pubblicamente il Bitcoin nel 2018, ha detto che la massima crittovaluta ha un potere di tenuta.

Un team di strateghi di JPMorgan guidato da Joshua Younger e Nikolaos Panigirtzoglo ha anche sottolineato che il crash di marzo ha mostrato la longevità di Bitcoin. Entrambi gli analisti hanno detto:

„Questo suggerisce che ci sono poche prove di dinamiche di corsa, o anche di un gradino di qualità materiale tra le crittocurrenze, anche durante i lanci della crisi di marzo“.

Come ha detto la leggenda degli investitori miliardari e degli hedge fund Paul Tudor Jones, la Bitcoin si rafforza ogni giorno che sopravvive. Rispetto ad altre classi di attività, BTC è ancora relativamente giovane, il che la rende attraente per gli investitori.

La longevità, la resistenza e la resilienza di Bitcoin hanno permesso all’asset digitale di riprendersi abbastanza rapidamente dai grandi fallimenti. Questo ciclo di picchi elevati e fondi estremamente bassi rende la media dei costi un metodo redditizio per ottenere l’esposizione al Bitcoin.

Il prezzo realizzato raggiunge i 6.000 dollari

I dati mostrano anche che l’andamento dei prezzi Bitcoin è in gran parte ciclico, una caratteristica aggiuntiva che rende più efficace la media dei costi. L’annuncio della Coin Metrics coincide anche con il prezzo realizzato del Bitcoin che per la prima volta nella storia ha superato i 6.000 dollari.

Il massimale o il prezzo realizzato tenta di scoprire il prezzo a cui ogni investitore ha acquistato il Bitcoin storicamente. Glassnode descrive la metrica come segue:

„Realized Cap valuta diverse parti delle forniture a prezzi diversi (invece di utilizzare l’attuale chiusura giornaliera). In particolare, viene calcolato valutando ogni UTXO in base al prezzo dell’ultimo movimento“.

Il prezzo di realizzazione record di Bitcoin indica che il numero di indirizzi che hanno acquistato BTC a prezzi più alti è aumentato. Questo indica che un afflusso di nuovi investitori è arrivato con l’aumento del prezzo di BTC.

Le metriche a catena indicano che lo slancio del Bitcoin si sta rafforzando con l’arrivo di nuovi capitali. I nuovi investitori con una strategia a lungo termine potrebbero trovare i risultati della media del costo del dollaro piuttosto convincenti.

Kategorien: Krypto